Aiga. Associazione Italiana Giovani Avvocati

CONSIGLI DEGLI ORDINI DEGLI AVVOCATI “BLINDATI” GRAZIE AL NUOVO REGOLAMENTO SULLE MODALITÀ DI ELEZIONE AIGA AFFIGGE MANIFESTI IN TUTTI I TRIBUNALI ITALIANI: «VOTO DI LISTA, ATTACCO ALLA DEMOCRAZIA»

COMUNICATO STAMPA

I giovani avvocati contro le disposizionicontenute nel nuovo regolamento, contenuto in un decreto del Ministro Orlandorecentemente pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Stravolta la bozza diffusa aluglio dal ministero

CONSIGLIDEGLI ORDINI DEGLI AVVOCATI “BLINDATI”
GRAZIE AL NUOVO REGOLAMENTO SULLE MODALITÀ DI ELEZIONE
AIGA AFFIGGE MANIFESTI IN TUTTI I TRIBUNALI ITALIANI:
«VOTO DI LISTA, ATTACCO ALLA DEMOCRAZIA»

La presidente di AIGA Nicoletta Giorgi:«Protestiamo contro questo attacco alla democrazia,
alla libertà di voto e alla reale possibilità di un ricambio generazionaleall’interno dei consigli degli ordini locali»

 

(Roma, 2/12/2014) Continua la protesta deigiovani avvocati contro le nuove modalità di elezione dei Consigli degli Ordinidegli Avvocati (COA) che, prevedendo il voto di lista, costituiscono«un attacco alla democrazia, alla libertà di voto e alla realepossibilità di un ricambio generazionale all’interno dei consigli degli ordinilocali», sottolinea Nicoletta Giorgi, presidente di AIGA.

Perquesto, parte una campagna contro la nuova regolamentazione, con ladiffusione su tutto il territorio di un manifesto che esplicitachiaramente quanto potrà accadere con il voto di lista: minoranze escluse daiConsigli dell'Ordine, nessun confronto sulla gestione dei nuovi poteri,ingiusta limitazione del ricambio generazionale nei “parlamentini” territorialidegli avvocati.

«Èfondamentale che l’avvocatura conosca quanto accade – sottolinea lapresidente Giorgi – e rafforzi così il proprio spirito critico nella scelta deipropri rappresentanti. Il Consiglio Nazionale Forense nel proprio parerealla Commissione Giustizia ha consentito l’introduzione del voto di lista,non presente nella iniziale bozza ministeriale». Con il nuovo regolamento «saràconsentito a pochi che godono di un forte riscontro elettorale dipredeterminare la totale composizione dei Consigli degli Ordini».

Inoccasione del Congresso Nazionale Forense i Consigli degli ordini hannoreclamato di essere soggetti che fanno politica nel territorio: «Ebbene –incalza Giorgi – la buona politica si fa con programmi e idee, con ilconfronto e garantendo sistemi di rappresentanza che consentano a tutti diavere le medesime condizioni di elettorato passivo godendo ciascuno delle preferenzeraccolte personalmente e non sulla scorta di soggetti forti che decidono amonte chi ci deve essere e chi no».

«Il manifesto chesta comparendo in questi giorni nei Tribunali di tutta Italia – conclude lapresidente di AIGA – è solo l'inizio: sensibilizzeremo i colleghi aquanto sta succedendo e procederemo perché questo regolamento venga privatodel “trucco” del voto di lista e assicuri il rispetto delle preferenzeespresse».

 

Il manifesto èdisponibile al seguente link:
https://www.dropbox.com/s/4hquf7jpzmqqflc/AIGA%2070x50%20Democrazia.pdf?dl=0

Luogo:

Organizzatore:

Realizzato con la collaborazione di Aiga

Documentazione allegata

Il presidente

MICHELE VAIRA

iscritto alla Sezione Aiga di Foggia, è stato eletto Presidente nazionale al Congresso di Padova il 25 ottobre 2015.

Scrivi al presidenteScrivi al presidente icona

In EvidenzaIn evidenza

In Evidenza

Archivio »

Convenzione AIGA - ASSITECA Principe PCT Compensi professionali forensi

AIGA - via Tacito 50 - 00193 ROMA Tel: 06.6832427 - Fax: 06.97252204 - mail: info@aiga.it
Partita IVA: 97213330588 - Tutti i Diritti Riservati

Web design by e-project