Aiga. Associazione Italiana Giovani Avvocati

COMUNICATO STAMPA

L'8 ottobre in Campidoglio prima giornatadi studio sulle professioni legali promossa da AIGA e ASIGN

QUALI SONO LE PROFESSIONI LEGALI DEL FUTURO?
GIOVANI AVVOCATI E GIOVANI NOTAI CHIAMANO A CONFRONTO
GOVERNO, IMPRESE E UNIVERSITÀ CON BOSCHI, ORLANDO, AMATO, CAIO, MORETTI,GUZZETTI, GAROFOLI
«MENO DIRITTO ROMANO, PIÙ DIRITTO DELLA RETE»

La presidente AIGA Giorgi: «Mettiamo indialogo mercato e formazione per creare professionisti competitivi»

 

(Roma,3/10/2014) Quali sono le professioni legali del futuro? Come costruirepercorsi formativi per avvocati, notai, magistrati capaci di rispondere alle realiesigenze del mercato e di accompagnare imprese e cittadini?Come presidiare i “nuovi” diritti, da quello di internet a quello commerciale,sempre più globalizzato, da quello ambientale a quello della proprietàintellettuale 2.0?

Sonole domande che fanno da sfondo alla Prima giornata di studio sulleprofessioni legali promossa dall'Associazione Italiana Giovani Avvocati (AIGA)insieme all'Associazione Italiana Giovani Notai (ASIGN), mercoledì 8 ottobrea partire dalle 9.15 a Roma, nella sala Giulio Cesare del Campidoglio.In programma gli interventi di rappresentanti del governo, delle professioni,dell'impresa e della formazione, tra cui il ministro della Giustizia AndreaOrlando, il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi, il giudicecostituzionale Giuliano Amato, il presidente dell'ANM Rodolfo MariaSabelli, l'ad di Poste Italiane Francesco Caio, l'ad di FinmeccanicaMauro Moretti, il fondatore di H-Farm Riccardo Donadon, il dg diConfindustria Marcella Panucci, il direttore di Rete Imprese Italia MariaPia Camusi, la presidente dell'ARCI Francesca Chiavacci, il capo digabinetto del ministero dell'Economia Roberto Garofoli.

Giorgi:nuovi specialisti per coprire i nuovi campi del diritto

«Nonè un caso – spiega la presidente di AIGA Nicoletta Giorgi – che il numerodegli immatricolati a Giurisprudenza in Italia sia in calo costante:i dati 2014 del Consiglio universitario nazionale parlano di un preoccupante -22%.Il motivo? Per essere appetibili sul mercato, le professioni giuridichehanno bisogno di una specializzazione che oggi non c'è. Ed ecco ilsenso della Giornata di studi: chiedere alle imprese di quali competenzelegali hanno più bisogno e al mondo dell'università se è pronto aformare professionisti specializzati proprio su queste competenze».L'obiettivo, insomma, è quello di mettere in comunicazione mercato eformazione, per creare professionisti competitivi e competentiattraverso nuovi curricula, più aderenti alle necessità del XXI secolo.«Se dovessi riassumere tutto in uno slogan – continua la presidente dei giovaniavvocati – direi: meno diritto romano, più diritto della Rete». Nelcorso della giornata sarà presentato il progetto di indagine Alla ricercadelle competenze che migliorano la competitività: «Un progetto al qualeteniamo molto – spiega Giorgi – e che ci permetterà, anche attraverso lacollaborazione del CENSIS, di enucleare le competenze specifiche richieste ainuovi professionisti del diritto».

Ilprogramma della prima Giornata di studi sulle professioni legali

Aprirannola giornata gli indirizzi di saluto di Ignazio Marino, sindaco di Roma, MariaElena Boschi, Ministro per le Riforme Costituzionali, Guido Alpa,presidente CNF, Maurizio D'Errico, presidente CNN. L'introduzione sarà acura di Roberto Garofoli, co-direttore Treccani Giuridica e capo diGabinetto del Ministero dell'Economia.

Laprima sessione (ore 10) ha per tema La formazione per le professionilegali: cosa offre e prevede gli interventi di Carla Barbati, vicepresidente CUN, Andrea Fiorini, presidente CNSU, Marco Mancini,cspo dipartimento per la Formazione e per la ricerca del MIUR, RobertoPressi, prorettore alla Didattica Luiss, Antonio Felice Uricchio,rettore dell'Università di Bari. Modera Antonio Polito, direttore IlCorriere del Mezzogiorno.

Laseconda sessione (ore 11.30) è dedicata a Il mercato: cosa chiedee, moderata dal direttore del TG1 Mario Orfeo, prevede gli interventi diFrancesco Caio, ad Poste Italiane, Maria Pia Camusi, direttoreRete Imprese Italia, Francesca Chiavacci, presidente ARCI, RiccardoDonadon, fondatore H-Farm Italia, Mauro Moretti, ad Finmeccanica, MarcellaPanucci, dg Confindustria.

Laterza sessione (ore 15.30) ha per tema La sfida del cambiamento nelleprofessioni legali: strumenti e proposte e prevede gli interventi di AndreaOrlando, ministro della Giustizia, Giuliano Amato, giudiceCostituzionale, Ludovico Maria Capuano, presidente AIGN, StefanoFantoni, presidente ANVUR, Nicoletta Giorgi, presidente AIGA, GiuseppeGuzzetti, presidente ACRI, Rodolfo Maria Sabelli, presidente ANM.Modera Roberto Garofoli, co-direttore Treccani Giuridica e capo diGabinetto del Ministero dell'Economia.

Nelcorso della giornata inoltre la presidente di AIGA Nicoletta Giorgi, ilpresidente del CENSIS Giuseppe De Rita e il presidente di Cassa Forense NunzioLuciano presenteranno il progetto di indagine Alla ricerca dellecompetenze che migliorano la competitività.

LAGIORNATA SARÀ TRASMESSA IN STREAMING SUL SITO COMUNE.ROMA.IT

 

LASTAMPA È INVITATA A PARTECIPARE

Luogo:

Organizzatore:

Realizzato con la collaborazione di Aiga

Documentazione allegata

Il presidente

MICHELE VAIRA

iscritto alla Sezione Aiga di Foggia, è stato eletto Presidente nazionale al Congresso di Padova il 25 ottobre 2015.

Scrivi al presidenteScrivi al presidente icona

In EvidenzaIn evidenza

In Evidenza

Archivio »

Convenzione AIGA - ASSITECA Principe PCT Compensi professionali forensi

AIGA - via Tacito 50 - 00193 ROMA Tel: 06.6832427 - Fax: 06.97252204 - mail: info@aiga.it
Partita IVA: 97213330588 - Tutti i Diritti Riservati

Web design by e-project